Mi sono scopato la mia insegnante

di | 7 de Marzo, 2020

Io, sono arrivato presto all’università, e quell’uomo mi ha dato un volto dall’alto verso il basso, quando sono entrato presto nella stanza ho visto quell’uomo ben vestito, puzzolente e mi sono seduto, mi sono subito rallegrato.

Mentre la sua classe andava avanti, mi ha passato la lista delle chiamate, poiché mi ero seduto nel suo primo portafoglio con sopra quello che c’era scritto, dicendomi di cancellarlo quando l’avrei scritto, ho fatto quello che mi era stato detto. Ho inviato un msg con un :

“Ciao! Che succede? Di’ quello che vuoi”, ha detto più che subito: “Ti voglio”; io ho risposto: “In che modo? Ha dibattuto: “di tutti”.

Quando la lezione era finita, ero l’ultimo, mi ha detto, ci vediamo nel parcheggio quando tutti erano già partiti. Sono salita nella sua macchina, ero vestita, quell’uomo mi ha passato le mani sulla schiena, quando ho visto che la cerniera dei pantaloni era aperta e quel bastone più bello, duro e venato, mi ha stretto la testa contro il suo bastone, ho iniziato a succhiare quel bastone, mentre usciva dal parcheggio.

Guidava con una mano sola, mi passava la mano sulla mia bocca liscia, mi chiedeva dove doveva andare, gli ho detto della mia casa, ma non ha voluto aspettare.

Ha fermato la macchina su una strada deserta, ha buttato giù il mio sedile e ha iniziato a ficcare il dito nel mio culo e nella mia figa allo stesso tempo, mi sono goduto gli orrori nella mano di quell’uomo e mi ha detto una parola all’orecchio, succhiandomi follemente il collo, quando mi ha tolto le dita dalla figa, ero tutto miele e caldo, in attesa di quel meraviglioso bastone.

Quando mi ha messo la testa del bastone in mezzo alla figa, ho urlato perché è stato un lungo periodo senza arrampicarmi e mi ha fatto molto male perché ero sensibile e pazzo con un’erezione. Quell’uomo spingeva cm per cm, non era molto grosso ma era grosso e mi ha colpito l’utero. Sentii il mio stomaco tremare così tanto che lo mise con forza, mi tolse dalla posizione di 4 e poi mi succhiò fino a godere in bocca.

Si sedette al posto di guida, mi guardò con la bocca piena di poha e mi disse: “ingoia e vieni a sederti su questa canna che è tua”. Mi tolsi quel vestito, leccai quell’uomo dal collo al collo, lo attaccai a quel bastone mentre mi succhiava le tettine.

Più che mai, freneticamente, cavalcavo su quel bastone, mi tirava via dalla cima dicendo che per deridere, continuavo, ma lentamente, a guarire e a baciare il collo di quell’uomo, il migliore e più sexy insegnante che abbia mai avuto. Quando sono sceso dalla cima che mi gocciolava sulle gambe, mi ha detto che domani alla stessa ora avrei ricevuto un messaggio.

Sono molto ansioso perché non vedo l’ora di sentire il respiro di quell’uomo, che mi scopa e mi chiama hot dog.

✅✅✅Ricevi i racconti degli altri membri nella tua e-mail ✅ ✅ ✅

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *