Tradire per la prima volta

di | 31 de Ottobre, 2019

Questo racconto narra del primo tradimento fatto da una giovanemoglie, costretta involontariamente dal marito, un po di attenzioni gradificano sempre una donna e se poi è piacente, ci fa stare meglio con noi stesse, e sentirsi ciruite e sedotte da un uomo in una porta in un piccolo ufficio è assai eccitante

Ciao. Sono Paola, ho 26 anni, mora ,1,68, 55kg ben portati, mi piace fare nuoto e questo mi ha sempre permesso di stare in forma.
La settimana scorsa, rientrando dal lavoro, ho visto mio marito che faceva effusioni con una ragazza in una via vicino a casa.
Mi sono fermata a guardare di nascosto e ho visto che c’era molta intimità tra loro. Questa visione mi ha li per lì sconvolta, ma poi dentro di me è nata una ribellione che è esplosa il giorno dopo.
La notte non ho dormito per il dolore che provavo, poi, ho pensato di fargliela pagare.
C’è un ragazzo in ufficio che mi perseguita, da diverso tempo vuole uscire con me, ma io sono sempre stata fedele, ho sempre creduto nel matrimonio e nel rispetto del partner.
Oggi mi sono vestita sexi come non faccio mai: ho messo una camicetta bianca senza reggiseno e una gonna corta con sotto una autoreggente e perizoma.

Appena entro in ufficio e passo davanti al ragazzo, questo mi fa un fischio basso e mi sussurra “quando vuoi, sei veramente una strafica”
Io gli sorrido maliziosa e rispondo “quando voglio ,e quando ho voglia” e mi siedo alla mia scrivania che da proprio davanti alla sua.
Accavallo le gambe e mi metto a lavorare, so che lui vede le autoreggenti, so che lo eccito, è solo questo che voglio, non mi sento di tradire quello stronzo di mio marito, ma sentirmi desiderata mi fa sentire meglio.
Alle 4 vado nell’ufficio del fax e lì, mentre sono alla fotocopiatrice, sento la porta aprirsi dietro di me e richiudersi.
Non faccio in tempo a girarmi che ho addosso le mani addosso, mi prende i capelli, e mi bacia—mi soffoca, io cerco di respingerlo, ma le sue mani scendono sul mio sedere e lui mi bacia con una passione incredibile, come non sentivo da tanto tempo, cerco di staccarmi, poi mi viene in mente mio marito con l’altra e invece di fermare il ragazzo, mi lascio andare.
Non l’ho mai fatto con nessun altro, ho avuto solo mio marito come uomo, e l’amore per me è rispetto , ma quando il ragazzo mi mette le mani sotto la gonna e comincia a strofinarsi su di me, io provo un contrasto tra la vergogna e la contentezza.

Altre storie erotiche  Una visita più che gradita.

E’ mio marito che mi ha portato a questa situazione, e adesso voglio vedere cosa ho perso fino ad ora.
Il ragazzo mi sta accarezzando sopra il perizoma, poi mi prende una mano, me la fa appoggiare sui calzoni e mi fa abbassare la cerniera, poi tira fuori il suo pene e me lo mette in mano, è incredibile,s arà circa il doppio di quello di mio marito, non mi senbra possibile, e mentre penso a questo, lui mi mette le mani sulle spalle e mi costringe a piegarmi, io mi ribello, gli dico “non mi piace farlo”
Lui mi risponde ” perche nessuno ti ha insegnato ad apprezzarlo”.
Così dicendo mi forza la bocca e comincia a entrare in me”fai quello che ti dico, vedrai che è bello, succhialo come fosse un lecca-lecca, poi prendilo come quando mangi un gelato, poi vai avanti e indietro piano e vedrai—-”
Io sono sconcertata, mi piace il sapore di quel cazzo, il pulsare nella mia bocca delle sue vene, quella sicurezza nelle sue parole e provo a fare quello che dice.
Mi spingo come vuole lui, sono in difficoltà, lui mi prende per i capelli e mi dice “ti aiuto io “e comincia a darmi un ritmo.

Io apro la bocca il più possibile e cerco di fare come mi dice, sento che mi fa dei complimenti e questo mi incoraggia, poi sento che aumenta il ritmo,io cerco di uscire da lui, non l’ho mai preso in bocca fino alla fine con mio marito, ma lui mi tiene deciso e mi esplode dentro, sento il calore caldo dello sperma, e, per la prima volta, lo ingoio.
Sono incredul, non l’avevo mai fatto, che senzazione strana, vedo che il ragazzo si sta riprendendo e mi dice” sapevo che sei una gran fica, ma hai molto da imparare nel sesso”.
Mi fa rialzare e mi chiede:”come ti piace fare l’amore?”
Io penso a mio marito, l’abbiamo sempre fatto normalmente, e gli dico la verità.
Lui mi guarda incredulo e dice :”sei sposata da due anni e non hai mai fatto variazioni sul tema?”
Non capisco cosa vuole dire, sto per ribattere che io sono sempre stata bene fino alla settimana prima , quando lui mi prende per i fianchi e mi mette sopra la fotocopiatrice, mi allarga le coscie e spostandomi il perizoma mi dice: “ci penso io a farti recuperare il tempo perduto” e con la lingua mi entra dentro.

Altre storie erotiche  Marina e i suoi giochi

Che bella senzazione, mio marito non ha mai voluto farlo, e io mi sono sempre vergognata a chiederlo.
Lo sento muoversi in me, mi tocca il clitoride, mi stuzzica le labbra, poi si spinge fino in fondo, è stupendo, lui continua sempre più veloce, io lancio un sospiro di piacere,
E’ come se fosse un segnale, esce con la lingua, mi strappa il perizoma, mi tira su verso di lui, mi prende le gambe, me le fa mettere attorno ai suoi fianchi e mi penetra deciso; non faccio in tempo a rendermi conto di tutto quello che sta succedendo che lui mi appoggia alla parete e comincia a scoparmi come un matto.
Sento il suo cazzo vibrare e martellarmi la vagina, non posso urlare perchè mi sta baciando, ha sentito che sono un po’ stretta per lui, ma ha anche sentito i miei sospiri prima,.
Sto cercando di abituarmi a quella nuova misura, sento che la mia vagina non fa fatica, sono solo io che cerco scusanti, lui mi sta sbattendo come una troia, mi sembra impossibile, sono li a gambe aperte attaccata a un muro che mi sto facendo scopare e mi piace anch.

“Non mi venire dentro” gli dico con l’ultimo barlume di intelligenza, e lui mi risponde:”non ti preoccupare, dove voglio venire io non rimani incinta”.
Quelle parole mi lasciano terrorizzata, spero di avere capito male, poi dimentico tutto, sto per godere, comincio a contrarmi, sono bagnata fradicia, lui sente i miei gemiti, mi mette un dito in bocca, me lo fa succhiare, poi scende veloce, e mentre io gli sussurro che sto per godere, lui mi infila il dito nel mio orifizio-,io sento l’imtrusione, non ho mai vouto mai fare niente di questo tipo con mio marito, ma sto godendo, lui mi bacia, io urlo dal piacere nella sua bocca e mentre ho ancora i sussulti, lui mi abbassa a terra, mi gira di schiena, mi appoggia alla fotocopiatrice, mi allarga le gambe e mi dice:”Adesso ti faccio diventare la mia troia”, mi mette una mano sulla bocca, con l’altra mi tiene piegata e si spinge nel mio sedere virgineo.
Maledetto bastardo, questo arnese che mi hai messo dentro, mi sta spaccando in due, vorrei dirti di smettere, che non mi piace, ma tu blocchi le mie proteste e mi dici nell’orecchio:”so che ti fa male, sei molto stretta, e io sono abbastanza grosso come cazzo, ma ricordati di come ti ho fatto godere prima, adesso sei tu che devi farmi felice.”

Altre storie erotiche  Sono diventato cornuto due volte e l'ho amato oggi sono un presunto cornuto

Mi fa male un casino, lo sento nelle viscere, sono paralizzata e le sue stoccate mi violentano l’anima, ma il dolore piano mi passa, non mi piace, non ancora, ma sento che per lui è bellissimo, cerco di accontentarlo, cerco di rilassarmi, sento che comincia a gemere e mi dice:”che gran culo che hai, è da quando ti ho visto la prima volta che lo volevo, ma sentirlo così stretto, non me lo sarei mai aspettato”
Poi, sento una fitta terribile, con un colpo di reni sta venendomi dentro, come mai nessuna aveva fatto, sento il caldo del suo sperma ,non urlo più, mi ha tolto la mano dalla bocca ,io ansimo, lui si rilassa,, esce da me, mi accarezza e guardandomi negli occhi mi dice:” sei stata grande, spero di potere stare ancora con te”
Il mese dopo ho chiesto il divorzio e mi sono trasferita da quell’incredibile ragazzo che, oggi, è mio marito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *