Moglie sul cazzo di un militare ben dotato

di | 9 de Dicembre, 2022

Ciao amico come stai? Siamo qui Julião e Catarina per raccontare un altro incontro vero e piacevole, raccontare un incontro con un soldato dell’esercito brasiliano, era sinistro, perché il ragazzo aveva molto talento, un cazzo mostruoso e colpì Catarina con una mazza spietata, sembrava come un pazzo. cavallo.

Abbiamo conosciuto questa amica su raccomandazione della nostra amica Ana Paula, presto avremo anche le pulizie con lei, questa ragazza era uscita con questo soldato, ci ha dato buone referenze, ha detto che la sua esperienza con lui è stata buona e ha fatto creiamo desideri e buone aspettative, trasmettendo il tuo contatto e raccontandoti di noi, colmato il divario.

La nostra città ha una caserma militare, dove ogni anno arrivano nuovi soldati, la nostra amica ci ha spiegato quanto fosse piacevole il suo sesso con quest’uomo. Dopo aver preso contatto con il sergente Donizete, che era il suo vero nome di battaglia in caserma, organizzammo un incontro per un sabato sera in un altro paese della regione, per sentirci più a nostro agio e mantenere discrezione e segreto, piccolini. città, questi incontri sono complicati e per motivi di sicurezza abbiamo deciso di programmarli all’esterno.

Arrivò il giorno programmato, sabato sera e andammo in una piazza cittadina interessante dove c’erano dei graziosi chioschi, ben fiancheggiata da alberi, dava una buona ombra, lasciava un ambiente un po’ buio dove eravamo molto a nostro agio, Catarina era tutta divina, lei indossava un jeans attillato e un perizoma nero provocante, siamo usciti davanti, ho fatto la chiamata e l’ospite ha risposto velocemente ed è venuto a riceverci.

Abbiamo iniziato una conversazione introduttiva di base, era di Minas Gerais, aveva prestato servizio nell’esercito come sergente per più di 10 anni, aveva lavorato in diversi stati prima a causa di trasferimenti che sono una routine militare comune, aveva vissuto nella nostra piccola città dentro Ceará da poco più di un anno, abbiamo iniziato a parlare del mondo liberale, ha detto che gli piaceva da tempo e che aveva avuto buone esperienze con coppie e single, era felice di poterci incontrare e loro sono più contenti perché vista la posizione geografica, in un paesino del Nordest, non è facile entrare in contatto con coppie liberali.

Il sergente Donizete era un uomo alto, fisico atletico, bianco, era ben vestito e simpatico, un po’ timido, ma la melodia scorreva bene, dopo poco più di un’ora di conversazione, una conversazione molto amichevole, stavamo bevendo birra, lui era non lì bevendo, abbiamo subito capito che la notte sarebbe stata bella perché Catarina si stava godendo la compagnia, a un certo punto sono andato in bagno e li ho lasciati loro due, mi sono preso volutamente del tempo, quando sono tornato, Donizete teneva la mano di Catarina, ho sentito una grande erezione, il cazzo gli ha quasi strappato le mutande per vedere questo maschio che accarezzava la mia bellissima moglie, meglio, ho capito quanto lo guardava eccitata e voleva darlo a quel bastardo, no, avevo i miei dubbi che sarebbe il momento di chiedere il conto e andare direttamente al motel.

Arrivato al motel prescelto, Catarina è entrata subito in camera, anche Donizete visto che aveva già parcheggiato la sua auto, ci ho messo un po’ a parcheggiare la nostra, quando sono entrata in camera e ho guardato il letto, il sergente Donizete stava già impastando Catarina, la ha inseguito con grande impeto, non era più lo stesso uomo timido e pacato che era in piazza poco fa ahahah, un cattivo ha preso per un braccio Catarina e l’ha afferrato, è diventato il maschio alfa, diventando dominante, dettaglio, abbiamo avuto non concordato Nulla sulla condotta e comportamento nell’atto sessuale, il sergente Donizete agì con naturalezza, prese Catarina per un braccio e la trascinò verso il letto, alzandosi in piedi e abbracciandolo, annusandogli il collo e baciandolo appassionatamente, abbracciandolo, stringendolo, carezzandolo, emozione e desiderio lo prese, rotolando al suo ritmo, prese in mano la situazione.

Donizete ha detto a Catarina di mettersi in ginocchio aprendosi i pantaloni, era ora di mostrare un cazzo enorme, una vera anaconda bianca, Catarina sapeva di avere un cazzo grosso perché la nostra amica aveva già fatto l’annuncio, ma non riesco a immaginare quale sarebbe essere un mostruoso bastone lungo 24 cm. Catarina guardò questo super stick, dopo essere rimasta sorpresa, iniziò a leccare la folta testa rossa, iniziò a ingoiare l’enorme cazzo bianco di Donizete, che, prima che la metà fosse inserita, le stava già toccando la gola, perché era anche troppo lungo , era anche denso, ma lo succhiò deliziosamente, lo assaggiò volentieri, succhiò forte il cazzo del sergente, lo coprì bene e sentì il cazzo palpitare nella sua piccola bocca. Ho smesso di guardare in quel momento e mi sono sdraiato a succhiare la figa, wow! Ero abbastanza bagnato, era il suo succhiare il cazzo e io le succhiavo la figa e il cattivo si contorceva su tutta la mia faccia bagnata, siamo rimasti in quella posizione per molto tempo, fantastico e molto gustoso, cattivo, la mia lingua ha sentito l’odore di questa calda umidità nel mio bocca.

Fu allora che Donizete, già soddisfatta del pompino di Catarina, le tolse i vestiti, la lasciò solo in mutandine nere, filo interdentale infilato nel suo culo grassoccio e delizioso, la mise nel pollo arrosto e le succhiò la figa selvaggiamente, Catarina si dimenò, sentendo tutta quella lingua nella sua figa. Poi ricordo perfettamente quando lui la mise a quattro zampe e cominciò ad infilarle quella grossa mazza, Catarina rotolò lentamente in modo che la penetrazione scorresse tranquilla e lei ingoiò quel pezzo di cazzo, Donizete le afferrò i capelli, con l’altra mano iniziò per schiaffeggiare forte il cazzo, Catarina era molto eccitata e urlava di piacere, è allora che è iniziata la deliziosa tortura, affrontando il cazzo più grosso della sua vita.

L’esperto Donizete variava sempre le posizioni per ritardare l’orgasmo, girava Catarina su un fianco, la spingeva forte e premeva il suo corpo molto vicino al suo, molto vicino, colpendo con forza le sue natiche grassocce e dritte, tirandole i capelli, giurando di chiamarla una puttanella birichina, la coccinella ha emesso piccoli strilli e gemiti sexy, una coccinella sudata si è arrampicata sul suo corpo e ha iniziato a cavalcare al suo ritmo, il cazzo del sergente era così grande che non poteva non scendere per tutto il percorso in cui continuava a salire e appena è sceso in mezzo al busto del bastardo mi ha guardato e si è girata ancora di più, stuzzicandomi sapeva che ero pazzo a guardare questo spettacolo, il cazzo del brigadiere le piaceva così tanto che ha messo il broncio con la bocca, segno evidente di piacere quello che provava Con quell’enorme cazzo nella sua figa bagnata, ho ripreso il gioco, ho chiesto al sergente di aprirle le natiche e metterle la lingua nel culo, era pazzesco, ha cavalcato questo animale sentendo questo enorme cazzo e la mia lingua si è bloccata nel suo culo, qatar na non ce l’ha fatta e ha avuto un orgasmo.

Catarina, già divertendosi, scende dal maschio e gli chiede di scoparle la testa, il nostro amico ha iniziato a mettersi in questa posizione poco a poco, lei non era soddisfatta, già in preda alla frenesia, le ha detto di andare avanti con forza e senza pietà, ha provocato il pirocudo, ammetto che questo atteggiamento coraggioso ha sorpreso anche me, ehehe…

Donizete se ne andò però spingendo con forza enorme e presa salda, Catarina mi guardò come se volesse chiedere aiuto, io non dissi niente, lei provocò, ora sostiene i colpi forti di questa moglie golosa e dotata figa su figa, che è stata la pressione più grande che ho visto tra tutti i nostri ospiti, Donizete ha messo così tanta pressione sulla sua vita spingendo il suo corpo contro il corpo della mia piccola donna che da lontano si potevano sentire i colpi, Catarina ha alzato gli occhi al cielo per il dolore e il piacere allo stesso tempo, lei Corse ancora una volta all’impazzata lasciando il cazzo del pervertito tutto bagnato, che teneva ancora un po’ in questa posizione, speronando senza pietà Catarina.

Soddisfatto e avendo serie difficoltà a contenere lo sperma e notando che lei veniva già dappertutto, le tolse il cazzo dalla fica maltrattata, si sedette sul letto ed eiaculò come un matto nella sua bocca, mirò alla sua piccola bocca, ma era tale. una ricca eiaculazione che si è sciolta su tutto il viso, bocca, giù per i seni di Catarina, che dopo aver ricevuto questa ricca e vasta sborrata, mi ha baciato deliziosamente e sono arrivato anche io sentendo tutta la sua bocca scivolosa e masturbandosi. tutti nel motel hanno sentito il nostro divertimento perché era pieno e chiassoso ahah…

Dopo questo incontro, Catarina ha trascorso più di una settimana con la figa dolorante, tale è stato il colpo di pene che ha ricevuto, abbiamo ancora parlato di ripetere l’incontro ma non è stato possibile a causa di alcuni disaccordi, dopo un po’ il sergente Donizete è stato trasferito a San Paolo e si è segnato con il dolce ricordo di un incontro così speciale, ancora oggi quando parliamo del cazzo che lo ha infiammato di più, quest’uomo è nella top 1, era il più grande che ha penetrato Catarina e anche l’uomo con la presa più forte era anche dominante.

È stato un altro incontro che ha segnato i nostri dolci ricordi, speriamo vi sia piaciuto, tutte le nostre storie sono vere delle nostre avventure, nella storia seguente vi racconteremo della nostra casa femminile con il ragazzo che ci ha dato il contatto di Donizete, abbraccio sezione personale e Non esitare nei commenti, abbracci dalla coppia e alla prossima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *