Sbloccare la sua sorellastra parte 2

di | 10 de Dicembre, 2022

Sblocca cognata 02

Prima di iniziare a leggere questa piccola storia, leggi il numero 01 “Sbloccare la cognata”…

Per quanto possa sembrare incredibile, la settimana è passata molto velocemente e senza che mio cognato me lo chiedesse, ero venerdì in vestitino davanti a casa, parlando con Julia al telefono quando è arrivato il – PV, cogliendo di sorpresa mia sorella, che nemmeno lui si era nemmeno lavata.

Chiede dell’acqua mentre io cerco di portare il suo ordine per dissetarlo, mia sorella entra nella doccia e quando torno davanti porgendo il bicchiere al “PV” mio cognato furfante dice che la sua sete viene da me , sentendo di nuovo il sapore vergine della mia figa nella sua bocca e lo stesso portandolo alla bocca di mia sorella per riassaporare la delizia del mio sperma.

Lo informo che a quell’ora non ci sarebbe stato modo di lavorare, perché è arrivato prima di mio padre e questo fatto da solo farebbe insospettire mio padre, soprattutto perché odia tornare a casa e avere già un ragazzo tutto suo. E l’ultimo a farlo ha messo mio padre in punizione per quasi due mesi andando dritto al fronte.

Sentendo la mia storia, ha detto che sarebbe rimasto al negozio di alimentari quasi dall’altra parte della strada rispetto a casa mia e avrebbe aspettato che mio padre entrasse e non sarebbe tornato fino a trenta minuti dopo che il suo patrigno fosse tornato a casa e sarebbe rimasto nella mia stanza quando avrebbe chiesto compagnia.

Cinque minuti dopo che se n’è andata, arriva mio padre, quindi da brava sorella, sono andata nella stanza di Magda, avvertendola di cosa era successo dopo che l’aveva fatto a Eduardo, il suo ex ragazzo che vive fuori dal Brasile e che Paulo Victor non ha potuto fare dimenticarlo e continuò:

“Il ‘PV’ è come un giro in carrozza, mi permette di soddisfare i miei bisogni sessuali e il mio cuore continua ad essere quello di Edu. È quel famoso detto popolare che dice che non c’è cane che caccia con un gatto.

Questa confidenza mi ha reso meravigliosamente leggero, mi ha messo a posto la coscienza, ho cominciato a sentirmi pigra soprattutto dopo che Magda mi ha chiesto di farle delle foto molto sensuali e nude da mandare a Eduardo, visto che hanno iniziato a parlare la scorsa settimana.

Poi mi chiede di inviarmele dalla mia mail visto che Paulo ha le password dei suoi social network.

Altre storie erotiche  Ho mangiato la ragazza cattiva del mio amico

Prima di scattare le foto, ho cercato su internet alcuni dettagli che potessero aiutarmi a fare foto di nudo artistico, consigli su come farlo, e modestia a parte, me la cavavo bene come fotografa, le foto erano entusiasmanti.

Hanno scattato foto di nudo poco attraenti, inclusa una sotto la doccia, Magda di spalle, in punta di piedi che fa capriole dolcemente il suo piccolo sedere, dove l’acqua scorreva deliziosamente sul suo corpo, il viso di profilo e l’indice destro in bocca.

Un’altra foto che mi è piaciuta molto è quella in cui gira lo schienale della sedia in avanti e si siede, appoggiando le braccia sullo schienale cavo della sedia, rivelando le ombre dei suoi seni e della sua figa in modo goffo e volgare.

La terza foto, invece, l’ho trovata delirantemente sexy, era sdraiata sul letto su un fianco e un libro di poesie le copriva il tabacco, fissava l’infinito senza guardare la telecamera, mentre i suoi seni erano scoperti. .

Alla fine delle prove artistiche, abbiamo sentito il campanello, sapevamo già che era Paulo Victor. In quel momento salgo in camera mia mentre mia sorella sta per ricevere il mascalzone da “PV” che già la riceve piena di mascalzoni e si alza il vestito sapendo che li stava guardando e comincia ad assaporare la sua figa, si dimena Sentendo quelle labbra e quella lingua “PV” sul suo tabacco, sicuramente pensando a Eduardo, lo assaporò deliziosamente e poi andò a lavarsi.

In questo momento mio cognato si avvicina alla finestra e, gesticolando, mi dice di aprirla e mi prende in bocca il piacere piacevole di mia sorella, portandomi alla follia e al piacere straordinario.

Chiudo subito la finestra con ancora in bocca il sapore di Magda, comincio ad apprezzare le sue foto di nudo che abbiamo scattato poco tempo fa e le assaporo senza vergogna.

Rinfrescata dallo splendido piacere provato pochi minuti fa, ho deciso di creare una mail clandestina a Magda su Yahoo e il minuto dopo ho inviato a Eduardo le tre foto di cui ho parlato prima, accompagnate da una poesia erotica che ho copiato da Internet. .

Non credo fossero passati neanche dieci minuti ed Eduardo tornò dicendo di essere stupito e parecchio eccitato, assicurando di essersi masturbato piacevolmente guardandoli sullo schermo del computer, allegando cinque foto di lui completamente nudo e con il cazzo eretto per corrispondere al piacere provato.

Le foto che Eduardo ha inviato sono state impressionanti e completamente emozionanti. Decido di andare avanti e dire a Magda che mia madre l’ha chiamata nella mia stanza, ha saggiamente decodificato il mio messaggio quando l’ha vista sbattere le palpebre.

Altre storie erotiche  Dei giorni in cui ho perso la testa

Sapendo che ci sarebbero voluti pochi minuti per apprezzare le cinque foto di Eduardo, ho deciso di curare la mia eccitazione abbandonandomi a “PV” e

Il n’y au que Magda qui est entrée et Paulo, qui m’a donné une tape sur le cul et un délicieux baiser, sachant que ma sœur cocufiait mon beau-frère sans qu’il s’en doutait de me doner beaucoup Piacere.

E adesso il cornuto di mio cognato mi volta le spalle e mi fa sentire il suo pene tra le mie cosce.

In questo momento, comincio a imitare Magda qualche giorno fa, e comincio a girare su se stesso per un tempo molto breve, rendendolo profondamente eccitato.

Siccome sono convinto che Magda sarebbe tornata nella zona anteriore in modo che il “PV” non sospettasse che stavo parlando con il suo amante, ho deciso di tornare nella mia stanza lasciando la zona anteriore in avanti Rotolando sensualmente in avanti porta tentando mio cognato, mi giro con un sorriso malizioso e corro dritto in camera mia.

Ho astutamente aperto la porta della mia camera abbastanza lentamente da cogliere Magda davanti allo schermo del computer, che mi dava le spalle, mentre si masturbava e si godeva il meraviglioso cazzo di Edu.

Ero completamente imbarazzato nel vedere che la stavo facendo delirare sessualmente, birichina le dissi che anche a me piaceva praticare quello che avevo appena fatto ogni giorno, una frase del genere detta da me la fece lasciare andare, aprendo un sorriso contagioso e malizioso in ritorno, quando mi passa davanti, le schiaffeggio il culo sussurrandole all’orecchio che ora, oltre ad essere sorelle, siamo complici di brutte cose, lui chiede di pulire e lavarsi le mani nel mio bagno perché il cuculo si accorga che lui appena avuto una ragazza virtuale.

Magda uscì dalla mia stanza, piena di vita… Tornando tra le braccia del suo piccolo cornuto che, dandole le spalle, la portò alla mia finestra, dandogli le spalle, col viso di profilo verso la mia finestra. chiedendole di cavalcare con il suo cazzo tra le sue cosce, più o meno nello stesso modo malizioso che ho fatto io, lei l’ha fatto e mi sono divertito a guardare questa scena nascosta di lei e di tutti gli altri qui a casa.

Altre storie erotiche  Say Hot Ass - Racconti erotici

Quando vedo un’altra e-mail di Eduardo, che è allegata a un video di lui che si masturba mentre guarda la foto di Magda che si impenna sotto la doccia.

Che follia tutto ciò che vivo, ora ho il ragazzo e l’amante di mia sorella che mi regala piaceri accattivanti a sua insaputa e ancora una volta mi porta all’orgasmo.

Ancora una volta Paulo chiede dell’acqua a mia sorella, che prima di tornare con l’acqua si ferma nella mia stanza per chiedermi se c’era qualcosa di nuovo, quindi le mostro il video depravato che Eduardo ha mandato.

Magna, deliziosamente entusiasta e spudorata, inizia ad accarezzarsi i seni davanti a me, poi mi chiede di dare dell’acqua a Paulo e lo distrae per una quindicina di minuti mentre lei stuzzica Eduardo in video.

Rispondendo alla sua richiesta, porto dell’acqua e lo informo che Magda impiegherà circa sette minuti per svolgere un compito che mia madre mi aveva chiesto, ascoltandomi follemente inginocchiarmi e cadere con la bocca sulla mia figa per cui mi ha succhiato con la libido. e mi è venuto in mente il video di Eduardo che si masturba.

Mi piaceva averli entrambi contemporaneamente, uno nella mia figa muovendo la lingua alternando movimenti lenti e veloci che mi facevano provare emozioni sessuali e l’altro nei miei pensieri.

Entro in casa con le gambe tremanti, fermato in soggiorno da Magda che mi dice solo che il piacere sessuale provato con Edu era delizioso.

Mentre le dico che è esausta, che vado a farmi una doccia e poi vado subito a letto. Ma all’inizio avevamo molto da dirci.

Lei accetta, precisando che farà lo stesso anche lei, salvo che saluterà prima il “PV”, facendolo partire e che ci riparleremo domani dopo colazione…

Prima di farmi la doccia, ho colto l’occasione per mandare tutte le avventure che avevo ancora fresche in testa, per non dimenticare nessun dettaglio in modo che Julia le trasformasse in un’altra storia.

Spero che vi piaccia lasciando commenti qui o scrivendo a juliaguedes2021@yahoo. Insieme a

Baci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *