Sblocca la parte 4 della sorellastra

di | 9 de Dicembre, 2022

Sblocca la parte 4 della sorellastra

Sabato sembrava piuttosto promettente, soprattutto dopo che Magda mi ha chiesto se avrei fatto finta di vedermi uscire dalla doccia nudo mentre parlava con Eduardo in videoconferenza.

Siccome eravamo entrambi in delirio di piacere, soprattutto dopo aver visto il suo spogliarello nel video che gli avevamo mandato, ho chiesto un po’ di tempo per pensare, avendo tra le mani questo errore mi sono reso conto che mostrando Edu nudo senza che lui lo sapesse era apposta, Sapendo che Magda lo ama ancora e anche se lui mi chiede di farmi vedere nuda, non mi dispiacerebbe condividere Paulo, perché lei non è solo dispiaciuta per lui. piaceri sessuali…

Quindi ho un’idea che gli impedirà di scoprire le torride avventure che sta vivendo con il suo ragazzo alle sue spalle. Allora decido di chiamarlo in camera e fargli un’offerta:

Vado dritto al punto:

– Magda, ho pensato a quello che mi hai chiesto e lo accetto purché accetti la mia proposta indecente…

“Curiosamente, chiede qual è la proposta”?

– Dici che non ti sei dimenticato di Eduardo e mi chiedi di farmi vedere nudo per lui senza che lui sappia che l’abbiamo programmato. E se all’improvviso iniziassimo a far impazzire anche Paulo, facendolo flirtare con me senza che si rendesse conto che era la nostra trappola e quando resto fuori in zona con lui, tu dal soggiorno guardi tutto ciò che gli è nascosto e vice versa e anche io. Comincia a vedere la tua privacy senza che lui lo sappia.

Comincio a sentire un suo sospiro di “ciao” e subito dopo mi chiede come faremo a convincerla a flirtare con me.

Dico che una volta ha provato a toccarmi il culo, e Magda ricorda che una volta mi ha fatto i complimenti per le mie tette e il mio culo e poi me li ha aggiustati;

“Hai detto che Marcia aveva un gran bel corpo, ma il mio era ancora meglio, mi sa che mi hai detto di non essere gelosa.”

– Quindi ho chiesto quando avremmo messo in atto il nostro piano.

Non ha nemmeno esitato a dirmi che oggi gli chiedo di aiutarmi a scegliere dei pantaloncini provocanti per eccitarlo così tanto da farlo impazzire e passarmi una mano su per il culo, perché la mia camera da letto è sempre così. Chiusa quando non ci sono, Magda apre la tenda della mia camera dicendo che si vede chiaramente tutto il movimento nella zona davanti.

Allora, per travestirmi da non sapere quale stanza abbia questa vista privilegiata, mi avvicino e le chiedo di guardare fuori dalla finestra e lei inizia a guardarmi da lì perché erano già le sei. La luce era spenta in modo che potesse vedere. la sua figura attraverso le persiane, così ho suggerito di tenere la luce dello schermo del computer accesa e chiudere la porta, non riuscivo più a vedere la sua figura tra le persiane,

Così abbiamo deciso che quando è arrivata le avrei detto che sarei stato sotto la doccia e in pantaloncini le avrei dato una possibilità, abbiamo deciso che tra quindici minuti sarebbe stata con il suo ragazzo e sarei tornato nella mia stanza e sarei diventato uno spettatore.

Abbiamo fatto esattamente come concordato, sapevo che mi avrebbe palpato il culo, quindi quando ho sentito il campanello, mi sono assicurato che lo spioncino fosse lui e ho appena aperto la porta lasciandolo andare e spingendomi dentro.

Strategicamente mi sono messo di profilo a Magda dandole le spalle, fingendo di parlare al telefono. In quel momento si avvicina, iniziando ad annusare il mio culo, da dove eravamo, Magda poteva vedere e sentire la nostra conversazione.

Ho detto a Paulo che mia sorella stava finendo il bagno e quando ha visto la mia scollatura è impazzito e ha cominciato ad assaporare uno dei miei seni e il fatto che mia sorella stesse guardando la scena mi ha commosso ancora di più mi sono aggiustata la camicia e ho iniziato ad alzarmi voltandogli le spalle, in quel momento si toglie il pene dai pantaloni e me lo mette tra le cosce, morivo dalla voglia di sapere se mia sorella provava gli stessi brividi di eccitazione che provavo io.

Me ne vado subito così Magda lo vede infilarsi il pene nei pantaloni, quando arriva nella mia stanza dice che ha amato l’esperienza, essendo molto dolce, in quel momento gli stringo il culo mentre dichiaro che sono andando a godersi il suo culo a spillo, generando così sorrisi complici e furfanti in entrambi.

Con cautela mi avvicino alla finestra ansiosa che Magda raggiunga la zona anteriore il più in fretta possibile, il suo arrivo è stato trionfante, lei arriva discreta mentre rotola, lasciandolo in piena estasi con le spalle rivolte a lui e di profilo verso di me, sporge il suo culo in modo che possa infilare il suo cazzo nella tua figa da dietro.

In questo momento, posso vedere dai suoi lineamenti del viso che sta facendo sesso per farmi vedere. Di certo sapeva che questa scena di orgia nella zona frontale ci stava portando in una mente delirante e depravata. Mi stuzzica facendo scorrere la lingua sulle tue labbra e poi mordendole. .

Dandogli le spalle e rivolta verso di me, gli mette la mano destra sulla nuca e la mano sinistra le passa sui seni e la figa che ondeggia sensualmente come nel film che ho prodotto per far vedere a Eduardo, sono impazzito. vederla arrivare, aver bisogno che lui la trattenga con una mano sulla bocca in modo che nessuno possa sentire i suoi gemiti incontrollati.

Fermandosi solo quando lui le dà uno schiaffo in faccia tornando alla sua vecchia se stessa, lei entra sana e salva in casa per lavarsi, in questo momento corro nella sua stanza e aspetto di entrare per riceverla con un bacio folle che è reciproco con il stessa intensità.

Le nostre mani erano incontrollabili l’una sui corpi dell’altra, abbiamo cominciato a spogliarci e poi ci siamo toccate le fighe, ci siamo dette selvaggiamente che ci amavamo.

Abbiamo iniziato ad abbracciarci, ballare e dondolarci, i nostri seni si toccavano, amplificando ulteriormente la nostra follia sessuale. Non c’era altra scelta che far tornare Magda al fronte e licenziare prima il cornuto del suo ragazzo e lo ha fatto.

Dopo che se n’è andata abbiamo chiuso a chiave la porta d’ingresso spegnendo le luci abbiamo chiuso a chiave la porta della sua camera da letto fuori e ho iniziato a rifare il letto per riceverla mentre in giardino ha salutato i nostri genitori dato che Magda era l’ultima delle sorelle andare in pensione e augurare ai nostri genitori Buona Notte.

Quando è entrata nella mia stanza è stata accolta molto bene, ci siamo baciati di nuovo, ci siamo sdraiati, siamo rimasti nella posizione sessantanove, ci siamo provati, fermandoci solo quando ci siamo incontrati e poi abbiamo ricominciato a baciarci sulla bocca, abbiamo iniziato a guardarci direttamente occhi, accarezzando i nostri corpi, sentendo il piacere e la segreta complicità di questo momento.

Il tempo trascorso accanto al fuoco svanì ma il piacere che provammo fu così intenso, ci baciammo la buonanotte e Magda tornò nella sua stanza.

Lascia qui i tuoi commenti o scrivi a

juliaguedes2021@yahoo. Insieme a

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *