Storia puramente erotica: mia mamma mi lascia arrabbiato

di | 11 de Maggio, 2024

Dopo quello che ho scoperto guardando il cellulare di mia madre e sorprendendo l’amico di un mio amico che entrava in casa mia la mattina presto, ho deciso di fare qualcosa di molto sbagliato: acquistare delle telecamere nascoste da installare qui in casa.

Ho comprato una macchina fotografica per la sua camera da letto, una per il soggiorno e una per la piscina. Era molto più costoso di quanto mi aspettassi. Conoscevo già il posto ideale dove mettere la macchina fotografica nella sua stanza e un giorno, mentre era al lavoro, l’ho sistemata.

Nella sua camera da letto c’è un armadio a muro che occupa un’intera parete. Nella parte superiore del mobile sono presenti rientranze in legno incrociate, che prevedono numerosi piccoli fori vicino al soffitto. Ho dovuto lavorare molto per nascondere il cavo di alimentazione, ma sono riuscito a far entrare la mini telecamera in uno dei fori, quindi era impossibile vedere dall’esterno. All’interno ho incollato della carta color legno e la macchina fotografica era perfettamente nascosta nella parte superiore dove mia madre non l’avrebbe mai toccata.

Nel soggiorno ho installato la telecamera all’interno del foro del lampadario nel soffitto. Nella zona piscina era il più semplice, all’interno di un portalampada. Tutte le telecamere erano collegate tramite Wi-Fi e potevo visualizzare l’applicazione sul mio cellulare o computer. L’immagine era in bianco e nero, ma ad alta risoluzione e catturava perfettamente il suono. Per l’oscurità, avevano una modalità di visione notturna.

Dopo due settimane senza registrare nulla di interessante, ho deciso di lasciarla sola a casa per facilitarle le cose, così le ho detto che avrei trascorso una settimana nell’appartamento al mare del mio compagno. E lì sono andato. Durante il viaggio, ho controllato più volte l’app della fotocamera, ansioso, ma sapevo che dovevo prendere le cose con calma.

L’app registrava tutto 24 ore su 24 ed evidenziava quando si verificavano i movimenti. Guardavo questi video più volte al giorno e non succedeva niente, solo mia madre viveva normalmente.

Altre storie erotiche  Perdi il culo con il personal trainer

Fu solo al quinto giorno di viaggio che finalmente notai i segnali che indicavano che qualcosa poteva succedere. Ho visto mia madre uscire dalla doccia e indossare lingerie nera. Mutandine estremamente sottili, con un piccolo perizoma che arrivava a metà del culo e un reggiseno che lasciava i capezzoli completamente scoperti. Sopra indossava un abito corto e attillato. Finalmente qualcosa sarebbe successo quella notte! Questo mi ha commosso. Erano le 19:45 quando uscì di casa. Avevo paura di aver fatto tutto questo per niente e che lei finisse per fare sesso fuori casa. Poteva solo sperare che non fosse così.

Continuavo a tornare all’app per vedere se era tornato e niente. Solo la casa vuota e il silenzio assoluto. Stavo sul divano del soggiorno dell’appartamento a guardare la televisione e avevo già acceso lo schermo del cellulare per non spegnerlo e lo tenevo collegato. Qualsiasi movimento verrebbe notato.

Stavo per addormentarmi quando vidi accendersi la luce nella stanza. Era quasi l’una del mattino. Ed eccola lì, mentre entrava in casa. Il mio cuore batteva forte, non sapevo se ero accompagnato oppure no. Passarono 5 secondi e apparve un ragazzo. Accidenti, non potevo credere che tutto stesse andando bene finora. Era un ragazzo magro, con la pelle marrone chiaro, la testa rasata e la barba.

Mia madre chiuse la porta del soggiorno e andò direttamente in camera da letto. Il ragazzo la seguì lentamente. Quando è arrivato nella stanza non ha acceso la luce, ma grazie alla visione notturna della telecamera ha potuto vedere cosa stava succedendo. Il ragazzo l’afferrò da davanti e le strinse il sedere con entrambe le mani mentre le baciava il collo. Il mio cazzo è diventato duro subito, ero ossessionato dallo schermo del cellulare. Incredulo.

Eravamo entrambi lì, il ragazzo sfiorò la pancia di mia madre mentre la baciava sulla bocca. Finché non le disse di inginocchiarsi e lei obbedì rapidamente. Si sbottonò i pantaloni e sollevò la testa di mia madre per la nuca. Poi ha detto “usa la bocca per farlo uscire”. Mia madre morse la cerniera e la abbassò con i denti. Poteva vedere un grosso rigonfiamento all’interno della sua biancheria intima e l’afferrò sul tessuto per alcuni secondi. Presto morse l’elastico della sua biancheria intima e lo tirò giù, facendogli uscire forte il cazzo. Sembrava essere alto circa 7 pollici.

Altre storie erotiche  Storia di incesto erotico: dipendenza per mia nipote Larissa

Il ragazzo gli ha afferrato il cazzo e gli ha strappato via tutta la pelle, rimuovendo l’intera testa. Tirò di nuovo mia madre per la nuca e disse: “Senti l’odore del tuo maschio?” Mia madre prese il gallo, si mise la testa sul naso e lo annusò. Lei non ha potuto resistere e ha afferrato velocemente tutto il cazzo. Intanto il ragazzo si è tolto la maglietta, aveva un corpo magro e normale, senza essere strappato. Quando mia madre cadde, il ragazzo cominciò a togliersi i pantaloni e la biancheria intima, lasciandolo completamente nudo.

Anche se succhiava davvero forte, era chiaro che non stava deglutendo molto profondamente, quindi il ragazzo le ha tenuto ferma la testa e ha iniziato a metterle il cazzo in bocca. Affondava in profondità e la bava usciva dalla bocca di mia madre. Le tirò la testa finché il suo naso non toccò il suo corpo. Con il cazzo incastrato in gola. Potevi sentirla chiaramente soffocare e lei resisteva, cercando di spingere il suo corpo con le mani. Lui tirò fuori il cazzo sbavando completamente e la lasciò respirare un po’. Poi se lo cacciò tutto in gola in una volta. Continuavo a metterlo e toglierlo.

Dopo che ebbe allattato in ginocchio per alcuni minuti, lui le disse di alzarsi, abbassò le spalline del suo vestito e lo abbassò completamente, esponendo mia madre nella sua bella lingerie. Decise di accendere la lampada in modo che potesse vederla meglio. La spinse sul letto e allontanò la bocca dal collo fino a raggiungere l’inguine, poi cominciò a toglierle le mutandine.

Ha messo la faccia in mezzo alla sua figa e ha iniziato a succhiarla. Lei gemette forte e si passò le mani sulla testa rasata. Ha dato alla figa un vero piacere, allargandole le labbra con entrambe le mani mentre infilava la lingua dentro. Mia madre si contorceva nel letto.

Altre storie erotiche  mia moglie paffuta su un altro cazzo

Dopo averle succhiato molto la figa, le ha detto di togliersi il reggiseno e le ha succhiato i capezzoli come un bambino. Nel frattempo lei gli faceva una sega. Dopo qualche minuto, le ha allargato le gambe e, senza preservativo, le ha infilato tutto il cazzo in un colpo solo, facendola urlare forte. Ma ho notato che teneva le gambe completamente divaricate e non ha opposto resistenza nemmeno per un secondo. Questa ragazza cattiva era più che pronta.

Il ragazzo l’ha afferrata nella posizione di mamma e papà e ha iniziato ad inserire il suo cazzo con tutta la sua forza mentre la baciava con la lingua. Lei gli passò le mani lungo la schiena. Ho notato che non si era tolta i tacchi alti. Ed eccola lì, spalancata, mentre veniva colpita con la pistola e gemeva come una puttana.

Non passò molto tempo prima che il ragazzo tirasse fuori il cazzo e le dicesse di aprire la bocca. Lei tirò fuori la lingua mentre lo fissava, come se chiedesse della sborra. Le diede circa cinque schizzi della lingua e lei li ingoiò velocemente.

Sono rimasto sorpreso dal successo del mio piano malvagio. Ho ottenuto esattamente quello che volevo. Mi stavo già divertendo guardando questo spettacolo in bianco e nero e stavo iniziando a chiedermi se sarei diventato dipendente dalle cattive azioni di mia madre. Dopodiché, sarebbe sicuramente andato all’inferno.

Chi vuole scambiare idee su queste cose può chiamarmi su Telegram @spellman57.

*Pubblicato da nandovoyeur sul sito climaxcontoseroticos.com il 23/04/24.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *