Il sottomesso e il futuro Corninho

di | 8 de Dicembre, 2022

Era venerdì pomeriggio, verso le 13:00, quando ho ricevuto una telefonata da mia moglie Érica. Quando ha risposto, ha chiesto spiegazioni sui file di storie erotiche di dolci mariti cornuti e mogli sposate sottomesse che aveva trovato sul suo computer di casa. Ero sbalordito; non c’erano password sui file, ma non pensavo che avrebbe trovato le mie scorte di storie scaricate.

– Ho trovato un soprannome.

– Quale soprannome?

– Un soprannome chiamato “Voglio essere un cornuto”.

– Com’è?

– Ho cercato nella storia e ho trovato un sito specializzato per i mariti che sono o desiderano essere traditi dal loro partner. Ho trovato un messaggio su un forum “Voglio essere cornuto” che dice che vorrebbe tornare a casa e che sua moglie Erica mostra la sua figa di peluche.

– Il suo nome è? Che sito è questo? – Ho chiesto.

– Non essere ridicolo. Sei davvero interessato a questo tipo di donna troia sottomessa ad altri maschi?

Il suo tono urlava furia. Poi ha concluso la conversazione telefonica.

Era appena calato il buio quando sono entrata nel soggiorno di casa nostra e ho visto Erica indossare una bambola che le copriva a malapena l’inguine.

– Ci ho pensato e ho cambiato idea. È difficile credere che tu abbia il soprannome “Voglio cornuto” ed è stata solo una coincidenza, ma proviamo il lato sottomesso? Sarò il tuo servitore questo fine settimana. Abbiamo un accordo?

– Si si. Non importa. – dissi velocemente.

– Ok, allora, ordinami, mio ​​maestro.

Wow, Erica deve aver letto tutte le storie di coming out che avevo in archivio ed era decisamente pronta per la parte. È normale che non sia sospettosa della cosa del marito cornuto, ma ancora quella notte Erica mi ha chiamato docile futuro marito cornuto e io l’ho tirata su di morale.

– Allora oggi sei il mio servitore – gli dico molto emozionato – prendi la bambola e fammi vedere come ti presenti davanti al tuo padrone.

Erica si slacciò la cintura e lasciò cadere la bambola ai suoi piedi, i suoi capezzoli orgogliosamente eretti.

– Approva, professore?

– Sì, ma ora avrò bisogno di un drink.

– Cosa vorresti bere come aperitivo?

– Succo di figa! Masturbati per placare la mia sete, ma se il contenuto non basta ne pagherai le conseguenze.

Erica si tolse le mutandine e si sedette sul divano, allargando le gambe per darmi la vista sexy della sua figa stravagante. La vista frontale mostrava due delle sue lunghe dita affondare in profondità nella cavità vaginale.

– Com’è tardi, servitore inutile. Immergi tre dita.

– Mi dispiace Sig. È che in mancanza di un grande bastone, la tua umile serva deve prepararlo con le sue piccole dita…

All’improvviso, il corpo di Erica si contorse con la comparsa di liquidi traslucidi che fuoriescono dall’apertura vaginale.

– L’antipasto… Signore… sto già venendo… Il suo succo fuoriesce regolarmente dalla mia fessura. Oh, vieni di più… vieni di più…

Il copione dell’orgasmo era ovvio e ho comunque chiesto se la preparazione fosse completa.

– Sì, sì… Quasi… Oh, non posso, non posso…

Mi sono meravigliato del modo sexy in cui le dita di Erica hanno aperto le sue labbra rosa per mostrare l’interno della sua fessura gonfia. E la cosa più evidente era la forma del suo clitoride sovradimensionato che puntava con grazia verso l’alto.

Ho sentito il mio cuore perdere un battito, quindi sono caduto in ginocchio e ho stretto rapidamente la mia enorme bocca lungo l’intera lunghezza della sua apertura vaginale e ho succhiato enormi, disperate leccate…

– Il servo dovrebbe essere congratulato? Quindi dì se il gusto piace.

Cosa potrebbe dire un assaggiatore di succo di figa? Cosa c’era in paradiso? E potrebbe migliorare? Sì, perché ho scoperto che la violenza verbale ha suscitato la sottomissione di Erica.

– Vuoi un applauso? Sappi che sei inutile, perché in questi tempi sei stato negligente nei tuoi doveri.

– Come posso riscattarmi, signore?

-Io mi alzerò e tu ti inginocchierai e mostrerai la cameriera lecca-lecca che vive in te.

– Vuoi usare la tua serva moglie per essere una gran succhiacazzi? Quindi farò quello che vuole, signore.

Erica mi ha slacciato la cintura, mi ha sbottonato i pantaloni e ha liberato la mia erezione e le sue mani.

– Quale mano dovrei usare per masturbarmi per prima, signore?

Erica non ha aspettato le risposte mentre usava con grazia la mano destra per masturbarsi. Questa promiscuità passiva mi ha portato a scoprire che oltre all’abuso verbale, la frase marito cornuto stimolava ulteriormente Erica al dialogo.

– Erica, lo sai che sono tuo marito e padrone. Quindi mostrami che un giorno volevi fare di me un bellissimo cornuto. Dillo ora come faresti con un grosso cazzo quando io, il cornuto, lavoro.

– Come stai? – disse Erica sorpresa.

– Non confonderti. Mostrami come mi tradiresti e come mi obbediresti in questo momento.

L’espressione sorpresa di Erica scomparve. Doveva essersi resa conto che il soprannome “Voglio essere tradito” era mio, poiché era possibile vedere che ora aveva espressioni che alludevano a segreti sessuali nascosti e oscuri.

– A casa sarai sempre il mio amorevole marito, ma sei lontano voglio chiamare degli amici così me lo succhiano – disse Erica, smettendo di succhiarmi il cazzo per respirare.

– Ma come faresti questa brutta cosa in mia assenza?

– Ti chiamo dal cellulare per dirti che ti voglio bene mentre organizzo una fila di amici.

– Di’ di più, Erica, rivela ora i tuoi desideri.

-Ordinerei a tutti in cerchio di schioccare i loro cazzi succosi sulla mia faccina per una bella sbavatura. Ma tutto sarebbe lento in modo da non sospettare che tua moglie sia una succhiatrice di molti cazzi.

– E l’altro? Raccontare.

– Prima lascerei la casa in disordine.

– Perché?

– Non avrei tempo per quello dopo, perché passavo parte della giornata con la mia fessura che gocciolava sperma come un rubinetto difettoso…

Confesso che i desideri perversi di mia moglie mi hanno spaventato. Era ovvio che se avesse rilasciato Erica, sarebbe stato molto imbrogliato. Perché Erica vorrebbe inserire diversi bastoni nei suoi orifizi. Ad ogni modo, l’eccitazione ha avuto la meglio su di me e volevo saperne di più.

– E’ tutto, Erica?

– Cos’altro dovrei fare per essere un servitore più stronzo?

– Nella tua fantasia, non disgusteresti i maschi?

La stanza divenne silenziosa quando Erica mi afferrò il cazzo. I suoi occhi castani si fissarono sui miei, ed era come se mi stesse dicendo attraverso il suo sguardo che se volevo essere come una persona addomesticata, tutto quello che dovevo fare era parlare senza mezzi termini.

Mi è piaciuta questa liberazione sessuale. L’ho incoraggiata.

-Se hai intenzione di imbrogliare, dovresti dare più piacere ai tuoi futuri maschi.

– Così? – disse togliendosi il cazzo dalla bocca.

– ricorda il tuo immenso amore per me. Quindi mostrami come sarò il tuo cornuto

Erica si portò una mano all’orecchio, fingendo di parlarmi. Nota lettore, questa è la seconda volta che Erica usa la scena del cellulare.

– Ciao Amore, mi ameresti molto di più se sapessi cosa faccio? Ho schiaffeggiato qualcosa di carino nella mia figa e penso che sia il tuo cazzo che mi strofina la figa, quindi vieni a casa e bacia la tua piccola moglie troia sulla bocca?

– È il culo?

– Quindi porta un amico a fottere il culo a tua moglie.

Dopo averlo detto, Erica mi ha succhiato avidamente il cazzo come mai prima d’ora.

– Esatto, ora chiamami marito…

– Marito cosa? – Erica ha fermato il ciuccio quando ha notato la mia esitazione – Vuoi che ti chiami docile marito cornuto? Vuoi che immagini un altro uomo qui e ora?

Mi sono sentito un po’ imbarazzato, quindi ho solo scosso la testa. Erica ha poi lasciato cadere il mio pene.

– Mio maschio, per favore fammi avere il tuo gustoso seme.

– Allora che c’è di nuovo? – Ho chiesto.

– Vado a masticare e quando arriva mio marito cornuto, mi bacerà sulle labbra e dovrà togliere il residuo dai miei denti sbiancati con lo sperma.

Non avrei mai pensato di sentirlo dire da mia moglie. L’eccitazione è stata così grande quando l’ho sentita chiamarmi cornuto che il mio cazzo si è contratto e ha cominciato a gocciolare rivoli di sperma, e tutto questo senza nemmeno toccarmi (sega)

Ha provato a bere tutto lo sperma che le ho versato in bocca, ma c’era dello sperma che le colava dall’angolo delle labbra.

– Com’è andata la mia esibizione? Sono una brava moglie che ingoia lo sperma? – Erica era arrapata e non si rendeva conto di non poter ingoiare tutto lo sperma.

Mi chinai e ne presi uno che gli colava sul mento. Poi le ho strofinato lo sperma sulle labbra e le ho detto;

– Puttana puttana non sprecare Non un solo fottuto mi piace. Ora vai alla tua punizione. Vai nella nostra stanza e fai la doccia, poi vai a letto.

– Sì, aspetto la tua lezione su come diventare un vero cornuto – rispose Erica con voce sensuale.

Mentre si faceva la doccia, ho preso un po’ di olio da toilette e due lenzuola di seta e le ho legate alle testiere.

Ho quindi posizionato la nostra videocamera davanti alla testa. Era rimasta una tavoletta, ma questa la volevo in mano.

Quando Erica ha finito il bagno, le ho detto:

– Erica, sei una serva rilassata con i compiti, sdraiata nuda sul letto, a faccia in giù.

– Sì, il mio padrone cornuto.

Ammetto che c’era qualcosa di sexy nell’audacia di Erica nel chiamarmi affettuosamente maestro cornuto. Poi Erica ha visto la telecamera accendersi e il Tablet nella mia mano, ma non ha detto niente e si è sdraiata perché le era stato ordinato di essere legata con le lenzuola.

Aveva un po ‘di gioco negli attacchi, quindi poteva essere regolato un po’. Alla fine, ho acceso il video del tablet, assicurandomi che fosse allineato correttamente in modo da poter vedere il suo morbido fondo rotondo.

– Erica, lo posterò su un sito di cuckold, non preoccuparti per la faccia, quindi solleva il sedere così registro le pieghe del tuo sedere, mettiti in ginocchio per supporto. Oh, e tieni la testa e il seno nascosti nel materasso.

– Sì maestro.

– Ora guarda la telecamera e dimmi quale dovrebbe essere la tua punizione e perché te la meriti.

-Ma E la faccia si mostrerà.

-Sto per mettere una macchia leggera sugli occhi.

Erica si è lisciata i capelli biondi, ha guardato la telecamera e ha iniziato a parlare.

– Oggi ho scoperto di essere la moglie di un cornuto e per festeggiare ho fatto degli esercizi in cui dovevo ingoiare tutta la sborra di un uomo e ho finito per versare qualche goccia e ora mi colpiranno nel culo .

– Continua a guardare la telecamera finché la tua punizione non è finita.

Mi sono messo un po’ d’olio sulle mani e ho cominciato a massaggiarle tra la figa e il culo.

Erica a volte guardava la fotocamera o il tablet.

– Oh sì, sì, mio ​​​​padrone e marito cornuto, salva la scena immorale. È una meritata punizione per la tua stronza di moglie.

Gli ho messo un dito nel culo. Ma lei si allontanò, facendo scivolare il mio dito fuori dal suo sedere.

– Maestro cornuto, cosa hai intenzione di fare con me?

– Questo non è ovvio? Pensa al cazzo di un amico. Beh, sono sicuro che mi piacerebbe molto tornare a casa e metterlo nel tuo anellino sciolto.

– Oh insegnante, per favore, non quello. Giuro che non ti deluderò mai più.

– Ti ho detto di tradirmi e hai sprecato lo sperma del tuo uomo, ora vado a dilatare il cappio.

Erica afferrò la testiera con entrambe le mani. Le aveva già toccato il culo e aveva anche mangiato, ma senza penetrare fino in fondo. Ma oggi, non avrebbe perso l’occasione di ficcarselo in culo.

– Pronto? Quindi pensa a un uomo e parla come se fossi lui.

– Se è per tradire mio marito, fai di tutto per tornare a casa e trovarmi il culo sverginato. Quindi non fermarti, anche se sto urlando dal dolore, afferrami forte il culo e dannazione, amico mio.

Ho iniziato a premere la testa contro il suo bottoncino. L’ho guardata in faccia, era senza fiato mentre le attaccavo il sedere.

– Apri gli occhi e dì alla telecamera cosa pensi e senti.

Gli occhi di Erica si spalancarono e guardò direttamente nella telecamera e iniziò a sussurrare con voce sexy.

– Il cazzo del mio maschio è nel mio culo. Mi incula perché mio marito è cornuto e fa così caldo che perdo tutte le forze.

– Molto bene, ora apri di più le gambe e comincia a muovere i fianchi.

– Così uomo? Quindi dovrei tradire mio marito, giusto?

– Proprio così, wow, puoi incidere l’allargamento del foro.

– Oh, no, non filmare il culo della tua puttana, amico. Il cornuto di mio marito potrebbe scoprirlo.

– Smettila di fare la stronza. Ingoia quel cazzo finché non si infila nel tuo culo.

Allargò le gambe e si dondolò più forte.

– Vuoi dire che la tua volontà è quella di essere cornuto? Mi hai come tua moglie fedele, vero? Quindi come farò a dare il culo.

Erica ha perso il pudore e ha finito per rivelarmi, guardandomi in faccia, cosa le sarebbe piaciuto fare con i maschi mentre lavoravo. Era chiaro che lei non mi considerava un insegnante, ma piuttosto un marito cornuto, anzi un vero cornuto.

– Paulo – disse Erica chiamandomi per nome – Il mio desiderio è fare il cornuto con quanti più uomini possibile. Mi piacerebbe vedere la tua faccia felice dopo aver leccato la mia figa con un boccone di sperma. Giuro su tutti i santi che darò la figa finché non sarà cruda e casta.

– Cos’altro stronza? Esprimi i tuoi desideri immorali.

– Voglio che diversi maschi mi lascino la coda come tu non sai fare.

Gli ho sbattuto le mani sul sedere e l’ho picchiato per tirarlo su di morale.

– Aaaaah, non ce la faccio più, sto già venendo, per favore permetti alla tua cameriera di bagnarsi le dita con i succhi della mia figa, permetti all’immoralità di questa puttana di twerkare…

– Dove vuoi che vada?

– Voi? Non penso a te, dolce cornuto. Penso ad altri miei amici maschi. Voglio che tu mi venga nel culo.

– Hai un marito, ma vuoi che qualcun altro ti scopi, vero?

– Sì, sì, sì, tutto quello che voglio è offrirti il ​​mio culo senza che tu lo sappia.

– Mi chiedo cosa penserebbe tuo marito di tutto questo. – gli dico, tornando al ruolo di marito e cornuto.

Erica non ha esitato a rispondere, guardando direttamente nella telecamera.

– Scommetto che ti farebbe rabbrividire vedere la pozzanghera di sperma che esce dai miei orifizi gonfi. Sì, il mio dolce cornuto sarebbe così, sarebbe persino in grado di baciarmi follemente la bocca con lo sperma.

Poi ha esitato un attimo…

Nella sua indecisione su cosa dire, le ho fatto cambiare posizione.

– Siediti sul mio cazzo davanti alla telecamera. Fatti una sega mentre ti fotto il culo.

– Vuoi essere tradito? Non mentirmi. Erica guardò direttamente nella telecamera.

A questo punto, sono uscito dal ruolo di padrone maschio e sono entrato nel ruolo di marito come un docile cornuto.

-Erica. – dico in tono buono per farmi registrare dall’audio della telecamera – Mi prometti che un giorno ti fotterò il culo come un frocio? Promettimi che succhierai un sacco di cazzi ai tuoi maschi. Dì gentilmente che sarò un cornuto e accetterò.

-Lo giuro sulla nostra alleanza. Ti prometto che ti farò un bel marito con un dolce cornuto. Mi fotterai il culo come se fosse una fica spalancata.

Ho visto Erica baciare la sua fede nuziale, che ha fatto baciare anche a me, suggellando così il nostro accordo che mi avrebbe tradito.

Presi la tavoletta, le girai intorno e le lasciai la mano destra.

Presto ha iniziato a masturbarsi e urlare.

– Chiudiamo subito l’affare con la nostra moglie puttana e il marito cornuto. Fottimi forte il culo, fottimi il culo.

Le ho afferrato i fianchi e ho iniziato a riempirle il culo con il mio sperma.

Compressa in mano, ho iniziato a filmare il flusso di sperma che esce dal suo orifizio anale.

Quindi ho detto:

– Dico sul serio, vorrei vedere altri uomini scopare.

– Voglio che lo veda anche tu – mi confessò Erica sorridendomi.

Ho passato parte della notte a parlare di tradirla, le ho detto che l’avrei lasciata se avesse potuto vederlo o se fosse rimasto nascosto.

Ha risposto che era molto sospettosa delle storie del marito cornuto che ha trovato sul computer. Ma ha preferito non dire nulla, perché era un argomento delicato.

Tuttavia, i suoi sospetti sono stati confermati dal mio suggerimento di essere un marito, e questo mi ha eccitato.

Mi ha confessato che i momenti migliori erano quando lei o io suggerivamo di essere il suo cornuto. Abbiamo concluso la serata con il caso che avrei incontrato un uomo, in un futuro incerto, ma che gli avrei tenuto nascosto il mio segreto. Ma ha fatto delle richieste…

– Compra gadget per ravvivare la nostra relazione senza forzare il bar, mascherine, costumi in lattice, bambole gonfiabili, tu fotti la bambola davanti a me e io la bambola maschio purché abbia un grosso cazzo. Compra anche stivali di pelle, oli, dildo e lingerie, manette e fruste. E un giorno te lo prometto, ti cornerò con tutto l’immenso amore e rispetto che ho per te.

– Ma cosa hai intenzione di fare per fare di me un cornuto molto docile?

– Mi fotteranno le tette e la figa, mi eiaculeranno fiumi di sperma nel culo e giuro sulla regina delle puttane che sarò ben fottuto e pronto quando arriverai avrai una bellissima vista dello sperma cascate dei miei maschi per darti il ​​gusto di un buon marito, il dolce cornuto che aspiri ad essere.

– UN‰?

– Certo, marito mio, lo sperma di altri uomini crea dipendenza.

Erica ha punteggiato un po’ prima di darmi la buonanotte, baciandomi e chiamandomi padrone e futuro marito cornuto addomesticato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *